Reiki - Visita alla tomba di Mikao Usui

SORRIDI

SAPPI VOLERE: la volontà è il mezzo più potente per chi sa valersene. Ciò che tu pensi si avvera... Perciò pensa a ciò che è costruttivo e che ti migliora. Non essere vittima di mali immaginari. Il pensiero deve andare d'accordo con le tue parole e le parole con le azioni. ...nulla è peggiore della depressione. .... Accogli con viso sorridente qualunque cosa ti avvenga. Questo mondo è come uno specchio: se sorridi, ti sorride; se lo guardi arcigno e diffidente con lo stesso viso arcigno e diffidente guarderà a te. Se sei fra coloro che vogliono riformare il mondo, comincia col riformare te stesso: sii pronto ad agire sempre per il bene. Vinci tutte le antipatie... Se vuoi imparare una vita più alta segui fedelmente queste parole: franco e semplice. Sii cortese, sereno e sicuro di te. ...

CAMBIARE

Continuare ad applicare schemi e regole che con te non funzionano significa continuare a farti del male. Perché allora non provare a cercare regole e schemi che invece con te possono funzionare, anche se sono completamente distanti e diversi da quelli che ti hanno insegnato e che tutti gli altri sembrano continuare ad utilizzare, anche se infelici e insoddisfatti? Se le cose stanno così, è il momento di uscire da quegli schemi, da quelle regole, da quel contesto, da quel sistema e trovare la tua unica strada......

SENTIRSI GRATI

La gratitudine unisce..... Sentirsi grati è come sentirsi a casa: perciò siamo così contenti. Allora la nostra vera casa, la nostra vera origine, non è altro che gratitudine. Che tutti noi si possa essere grati. Che tutti si possa percepire la gratitudine dentro di noi e quella che ci viene da fuori. Che tutto il mondo possa essere più grato. Che ondata di calma e di gioia, se soltanto la gratitudine generale aumentasse un poco... Quando pensiamo che le cose ci siano dovute, non possiamo essere grati.... Quando abbiamo capito che nulla ci è dovuto, allora incominciamo ad essere fervidamente grati, allora ci coglie di sorpresa la gratitudine.... Quando non diamo più le cose per scontate, ci ritroviamo in mano la gratitudine...GRAZIE A TUTTI VOI ......NAMASTE'

L'ADDOMESTICAMENTO

Non riusciamo a vedere che non siamo liberi. Questo è il motivo per cui gli esseri umani resistono alla vita. La più grande paura umana non è morire, ma essere vivi. La nostra più grande paura è correre il rischio di vivere e di esprimere ciò che siamo realmente. Abbiamo imparato a vivere secondo il punto di vista di altre persone, per timore di non essere accettati e di non essere abbastanza bravi secondo gli standard di qualcun altro. Durante il processo di addomesticamento, ci facciamo un'idea di cos'è la perfezione, per poi cercare così di essere "bravi". Creiamo un'immagine di come dovremmo essere per farci accettare da tutti. Cerchiamo soprattutto di compiacere coloro che ci amano: mamma e papà, fratelli e sorelle maggiori, preti e insegnanti. Cercando di essere all'altezza delle loro aspettative, creiamo un'immagine di perfezione, ma non si tratta di un'immagine reale. Non saremo mai perfetti, in questo modo. Mai! Non potendo essere perfetti, rifiutiamo di accettarci. Il livello di rifiuto di sé dipende, per ciascuno di noi, da quanto successo hanno avuto gli adulti nello spezzare la nostra integrità. Dopo essere stati addomesticati, non si tratta più di essere abbastanza bravi per qualcun altro. Non siamo mai abbastanza bravi per noi stessi, perché non siamo all'altezza dell'immagine perfetta che abbiamo creato. Non possiamo perdonarci di non essere ciò che vorremmo essere, o meglio ciò che crediamo di dover essere. Non possiamo perdonarci di non essere perfetti. Tratto da "i Quattro Accordi" di Don Miguel Ruiz

APPREZZAMENTO

Vivi in modo che, quando pensano a te, le persone intorno a te pensino a una persona onesta, leale e di cui potersi fidare ciecamente, inizia a prestare attenzione a cosa ti piace degli altri e non esitare a dirglielo...... Manifesta sincero apprezzamento per le persone che hai vicino, fagli notare cio' che davvero ti piace di loro, non mancare di evidenziarne pregi e qualita'..... Aiuta gli altri a realizzare i propri sogni, incoraggiali nel perseguire i propri obiettivi e sostienili di fronte ai fallimenti. Esulta insieme a loro dei loro successi e offri parole di conforto al momento opportuno......

RISVEGLIO E PAURA

Il risveglio non è ribellarsi a un nemico esterno, ma ad un nemico interno. E il tuo nemico interno è fatto di tanti aspetti collegati alla tua paura... Non devi aspettare che un evento, una persona o una situazione esterna ti dia la sicurezza per poter essere, fare o avere ciò che desideri... Devi trovare il tuo centro. L'esterno si muove così come il tuo interno, siamo identificati con sentimenti, situazioni, persone... Troppo "IO" , ognuno dei quali collegato ad una tua paura.

INCERTEZZA

"Luce, non so qual'è la mia strada"... "Quante strade hai percorso fino ad ora ?" rispondo sempre... Spesso la risposta è sempre la stessa " Nessuna, forse una o due ". " Allora muoviti e cammina, percorri nuove strade, fai altre esperienze per imparare a conoscerti, a capire chi sei. Solo allora, quando l'avrai compreso, saprai qual'è la tua strada. E quando l'avrai trovata, percorrila a testa alta "

NEGATIVITA'

Le persone negative si lamentano e si crogiolano nelle cattive notizie e nei problemi, e non riescono a concentrarsi sulle soluzioni. Cercano sempre qualcuno che si unisca al loro “partito” e spesso fanno leva su coloro che si sentono pressati ad ascoltarli per non essere considerati insensibili o maleducati.
Ma c’è differenza tra ascoltare con simpatia qualcuno o farsi risucchiare dalla sua spirale negativa. Questo si può evitare creando limiti e giuste distanze, se necessario. Alcune persone si sentono autorizzate a invadervi sempre di più solo perché avete con loro una relazione di qualche tipo, magari lavorativa o di convivenza. Potete stabilire un limite, ma dovrete farlo consapevolmente.